Illustrazioni e studio incisioni (2014/2015)


Tutti i seguenti disegni sono stati realizzato per il primo anno accademico. Fra simboli e poesia in essi posso dire di aver scoperto, oltre che una certa disciplina anche la peosia del segno. Un continuo protendere verso la perfezione del gesto e  di come affronto tutte le cose, sino a scoprire una vera e propria spiritualità  in ciò che disegno. Sono disegni per la maggior parte relegati ad un unico book di schizzi e studi dove viene data uguale importanza a tratto e lettera.


Ignis    Ispirazione    Aegis    Ambizione    Paura    Not you    Durer tribute     Azzurro    Masks    Inverno    Primavera    Texture    Eros e Thanatos

Icaro 1   Icaro 2   Icaro 3   Spiritualità   Dedizione    Passione   Armonia 


Descrizione immagine

Texture- Micron su book da schizzi (2014/2015)



Fra esteta ed artista, la cosa è complessa ma il più delle volte il primo non implica il secondo e viceversa. Questo concetto lo esprime anche Ai weiwei in un suo post sull’architettura. È particolarmente poetico ed interessante il collegamento che fa fra la Cina e una belva affamata che, voracemente, divora materie prime livello mondiale per potersi sostenere. Continua con che cos’è l’architettura nel suo senso più intimo, il come si rapporta con lo spazio e di come essa sia spazio. Fa distinzione fra arte per il pubblico e arte per se stessa. Pensiero che in ambito scultoreo trovo molto pertinente e accompagna il tutto con due osservazioni che mi hanno colpito:

“chi non ha esperienza cerca di farla e chi ne ha cerca di distaccarsene” ,e la seconda,

“Un opera d’arte incapace di mettere a disagio le persone  o di farle sentire diverse, non è degna di essere creata. Questa è la differenza fra l‘artista e il pazzo”

Ai weiwei, Il blog.