OPERE


All'inizio pensavo che la tecnica fosse tutto. Forse tutti gli esordienti al mondo dell'arte pensano che imitare puntigliosamente la realtà che ci circonda, quella di ogni giorno, sia la risposta, sia arte. Non ricordo quando ho iniziato a disegnare, ma sono stato della stessa idea per molti anni. Solo recentemente ho compreso che il riprodurre il mondo che ci circonda non è in sè per sè un arrivo, ma un passo neccessario. In parte una soddisfazione nel dire "lo ho fatto anche io" un pò un autoconpiacersi del proprio lavoro, in quanto, uno sfoggio di tecnica premia sempre ,ma non dice molto a livello di contenuto. Un capolavoro tecnico che non comunica un messaggio o emozioni è pur sempre arte?  A questo ci sto ancora pensando.


Mandela   Owl    Mist    Wisdom    La pietà    Principio   Danza


Descrizione immagine

Principio - Impressione su carta fotosensibile (2015)



Questa foto è stata ottenuta sovrapponendo a della carta fotosensibile un oggetto con una forma particolare non rendendomi conto che dietro vi fossero serie di lettere appuntate. Il risultato fu che al momento dell’esposizione la luce passò attraverso il materiale, impressionando quindi la carta, se non nei punti corrispondenti alle lettere. L’effetto evanescente che ha in alcuni punti è dovuto al fatto che il materiale stesso non era ben aderente alla carta fotosensibile creando quest’effetto di estrema/scarsa definizione. Quindi di fatto quest’opera è un errore. È un errore dal momento che il mio pensiero non l’ha concepita così, non con questa tecnica, non con questa forma. Ma errore è solo una parola. Se qualcosa è un errore è necessariamente sbagliato? O brutto?


Questa io la considero un opera. E addirittura potrei dire di non essere io l’artista ma il caso stesso. Per questo trovo interessante questa foto.