INCISIONI 2015/2016


A livello incisorio ho ripreso il ciclo dei segni zodiacali, portandolo finalmente a termine. Quei cerchi irregolari, le linee imperfette, i tratti spigolosi incisi sullo zinco, tutto si fa maestro ed esempio di una tecnica dedita al simbolo. Simbolo che appunto è presente in ogni incisione e, come nell’astrologia un simbolo determina il nostro temperamento e carattere, così ognuno di essi completa l’allegoria rispecchiando le proprie caratteristiche, sancite dalla posa, lo sguardo o le fattezze.  Così il nero dell’inchiostro può evocare il bagliore delle stelle. A livello litografico invece ho esplorato altri mondi, se si può dire, facendomi carico di quella che ho realizzato essere un compito sociale dell’artista. Ma forse per esser un introduzione ho già scritto fin troppo..



Aries    Taurus     Gemini     Cancer     Leo     Virgo     Libra     Scorpius     Arcitenens     Caper     Amphora     Pisces

 Referendum 17 Aprile           Referendum 17 Aprile su grigio

 

Descrizione immagine

Libra- incisone calcografica, acquaforte


"..Che cosa è la gioia senza il dolore? Il successo senza il fallimento? Che cosa è una vittoria senza una perdita? La salute senza la malattia? Si deve sperimentare ogni cosa se volete apprezzare l’altra..."

Mark Twain


La bilancia misura il peso di un oggetto ed è collegata alla massa, alla forza di gravità e all’equilibrio. Ma paradossalmente è un segno d’aria, l’elemento che media fra il cielo e la terra, distinzione fisica ed ideologica fra divino e mortale, molte culture infatti, come ad esempio l’egizia prevedevano un giudizio dell’anima tramite una bilancia. Non a caso il segno della bilancia è simbolo dell’equinozio autunnale, dove la durata del giorno e della notte si equivalgono perfettamente.


“Mi son sempre considerato una persona estrema. Fino a non molto tempo fa la mia filosofia di vita era: “il limite dell’ essere umano è trovare un limite a tutto”. Per quanto questo pensiero fosse dovuto alle mie origini occidentali, (a livello filosofico infatti le correnti orientali sono molto più transigenti e anzi c’è il rispetto per il “vuoto”), mi ci rivedevo come parte di un elitè. Un super uomo portato a fare quello che gli altri non possono fare. Diciamocela tutta, tutti noi abbiamo quest’arroganza nei nostri modi di fare. Arroganza che porta a eterne frustrazioni, insoddisfazioni nell’essere il secondo, nel non essere considerato come ci consideriamo, quando per primi anche noi, nel nostro egoismo, non trattiamo gli altri con riguardo. Per chi come aveva/ha questo problema lascio un augurio: Non importa di che segno, nazione, cultura, corrente siate, siate un po’ più bilancia. È facile lasciarsi cadere nel banale e nell’individualismo, provate a rimanere in equilibrio invece, li è la sfida.”